PIENONE ALLA CENA NATALIZIA DEL PATT

Anche quest’anno la tradizionale cena natalizia del PATT della Val di Non ha fatto il tutto esaurito.

Davanti ad oltre 150 persone, in rappresentanza delle sei sezioni nonese, hanno aperto la serata la coordinatrice di valle Margherita Valentini ed il suo vice Luciano Fanti.

Ospiti, assieme a molti amministratori nonesi, anche alcuni dei referenti di sezione e di ambito delle valli del Trentino, il Vicesegretario politico Simone Marchiori e i segretari del Movimento Giovanile Lorenzo Paoli, e di quello Femminile Daiana Boller oltre naturalmente ad alcuni dei massimi esponenti del Partito: dal Senatore e Segretario Politico Franco Panizza, all’Assessore provinciale Michele Dallapiccola, dal capogruppo Lorenzo Ossanna, ai colleghi Consiglieri provinciali Lorenzo Baratter e Graziano Lozzer.

Il Vicepresidente del Consiglio regionale Lorenzo Ossanna, in particolare, nel suo intervento ha spaziato dalla situazione provinciale a quella nazionale, rimarcando come oggi si possa guardare al futuro con maggiore fiducia. Senza perdere di vista i bisogni e le necessità dei nostri cittadini, ai quali è necessario dare risposte sempre più puntuali, il capogruppo provinciale ha posto l’accento su quanto di buono è stato fatto in questi cinque anni e, soprattutto, sulle misure contenute nel bilancio che sarà discusso ed approvato nei prossimi giorni. Numerosi e consolidati i segnali di ripresa che aiutano a guardare con maggiore positività il futuro della nostra terra.

Una serata all’insegna dell’impegno e della responsabilità, quella di Sporminore, durante la quale sono state affrontate le sfide che impegneranno le Stelle Alpine nei prossimi mesi: il 2018, infatti, sarà un anno particolarmente importante, sia per le elezioni politiche che ancor più per quelle provinciali.

A tal proposito da tutti è giunto un appello alla compattezza del Partito attorno ad un ideale, quello dell’Autonomia, che deve essere il comune denominatore di tutti coloro che vogliono portare un contributo positivo di idee e di impegno al governo della nostra terra. È in quest’ottica che va vista la fase che ha portato le Stelle Alpine ad aprirsi a nuove aree di pensiero, che, con responsabilità, hanno colto la delicatezza del momento e la necessità di far fronte comune sull’unico progetto politico in grado di salvaguardare e potenziare la nostra Autonomia speciale.

Il senatore Panizza, in particolare, ha posto l’accento sulla delicata situazione romana che rischia di mettere a repentaglio la nostra Autonomia. “Per questo motivo – ha incalzato – serve un grande partito autonomista che, senza rinnegare la propria storia, apra le porte a tutti coloro che si riconoscono nei valori dell’Autogoverno.

Questo – ha proseguito Panizza – è il momento della responsabilità, l’ora di serrare i ranghi e portare avanti uniti i nostri ideali. Per questo motivo a breve lanceremo una serie di iniziative volte ad essere sempre più vicini a militanti e ai cittadini trentini: a gennaio traslocheremo in una nuova sede in grado di diventare il punto di incontro e confronto per tutti coloro che vorranno partecipare al nostro dibattito politico. Stiamo poi rinnovando il nostro sito internet e lanciando una campagna di comunicazione per poter far comprendere quante e quali riforme siamo riusciti a portare a casa sia a Trento che a Roma in questi 5 anni.

Il PATT – ha concluso il Segretario politico – è un Partito che è in grado di rinnovarsi senza snaturarsi. Serate come quella di stasera, ma anche come tutti gli ultimi appuntamenti che abbiamo organizzato in questo periodo, tutti caratterizzati da un foltissimo pubblico, dimostrano che, nonostante ciò che qualcuno si ostina a sostenere, la gente ha capito la validità del nostro progetto e lo sostiene”.

Pubblicato in Notizie  il 13 Dicembre 2017 '' ''

Archivio

Archivio notizie

Agenda

Nessun evento in agenda…

Tutti gli appuntamenti

PATT